Cos’è la Blefaro plastica?

La Blefaroplastica è il procedimento chirurgico che mira a ringiovanire l’aspetto del viso mediante l’eliminazione delle pieghe palpebrali o delle borse sotto gli occhi. Per ovviare a queste alterazioni che contribuiscono un aspetto stanco e invecchiato – e che talvolta giungono ad interferire anche con una corretta visione – si procede con la rimozione della pelle o dell’eventuale grasso in eccesso. L’intervento è rivolto alle palpebre sia superiori che inferiori e consente di alleggerire lo sguardo donando una rinnovata giovinezza all’intero viso.

La blefaroplastica non corregge le cosiddette “zampe di gallina” e l’abbassamento delle sopracciglia, che invece potrà essere corretto con lifting del sopracciglio, botulino o con “happy lift” (lifting coi fili).

Che procedure utilizza la Blefaroplastica?

Il metodo classico riporta all’estensione dell’epidermide togliendo due lunette di pelle e un po’ di grasso nelle zone interessate, mediante un’incisione nella palpebra superiore ed immediatamente al di sotto delle ciglia. Se necessario viene rimosso anche il grasso erniato e si rimodella il muscolo. Le incisioni vengono suturate dopo la rimozione dell’eccesso cutaneo.

La Blefaroplastica può essere localizzata anche alla sola palpebra superiore od inferiore. La Blefaroplastica inferiore viene praticata anche per via transcongiuntivale. Si tratta della soluzione ottimale perché, evitando cicatrici esterne, consente una ridistensione più evidente della parte inferiore dell’occhio. È possibile utilizzare questa tecnica anche per le borse sotto gli occhi. In questo caso, il muscolo viene fissato alla membrana dell’osso, si elimina la parte di grasso ed epidermide in eccesso, lasciando una cicatrice nascosta dalle pieghe della riga palpebrale.

Dove chiedere l’intervento?

La Blefaroplastica completa o quella parziale possono essere richieste al poliambulatorio – centro laser. Chirurghi e medici specializzati sono a disposizione per consulti e per effettuare l’intervento, considerato ormai procedura di routine.

 Quando operarsi?

I motivi più frequenti che spingono ad intervenire con una Blefaroplastica sono le borse agli occhi, borse oculari dovute ad accumulo adiposo periorbitale, oppure una forma cadente delle palpebre che conferisce uno sguardo triste e stanco, l’eccesso cutaneo sopra gli occhi che copre la piega palpebrale, le occhiaie e depressione cutanea periorbitale, le zampe gallina e rilassamento cutaneo. La presenza di rigonfiamenti palpebrali costituisce un problema non solo estetico. Tali inestetismi sono anche causa di piccoli e fastidiosi disturbi, come arrossamenti, lacrimazione o restringimento del campo visivo.

Quali risultati?

La palpebra rilassata, le borse sotto gli occhi, incidono grandemente sull’espressione e sull’estetica del viso, causando un aspetto stanco, triste, non sano; inoltre il cedimento della palpebra provoca un restringimento del campo visivo. Questi inestetismi non sono legati solo all’età, ma talvolta si verificano per fattori congeniti. In casi come questi la correzione chirurgica è adatta anche in giovane età. La Blefaroplastica riesce a rendere lo sguardo meno pesante, l’intero viso più giovane. Il risultato è, in genere, permanente; Comunque resta inalterato per almeno una decina di anni, richiedendo un eventuale ritocco dopo 12/15 anni.

Quali tempi dell’intervento e quelli di guarigione?

La durata della Blefaroplastica varia dai 30 minuti alle 2 ore. In genere avviene in anestesia locale con sedazione. Il ritorno al lavoro è possibile in circa una settimana o 10 giorni, giorno più giorno meno, a seconda del genere di intervento e del tempo impiegato dai lividi per riassorbirsi. Le suture sono rimosse dopo 2 o 3 giorni, dopodiché è subito possibile riprendere ad utilizzare trucco e cosmetici, mentre per le lenti a contatto occorre attendere 7 giorni. Occorre non esporsi al sole per almeno 4 settimane e subito dopo utilizzare un filtro protettivo. Le cicatrici saranno poco o per nulla visibili a distanza di pochi mesi dall’intervento. Il recupero è rapido per la palpebra superiore, un po’ più lento per l’inferiore. Ricordiamo che la lacrimazione e il gonfiore sono assolutamente di norma nel post operatorio della Blefaroplastica, ma scompaiono dopo pochi giorni.