Cosa sono Liposuzione, Lipoaspirazione, Liposcultura?

Gli interventi che sono volti alla rimozione degli accumuli adiposi in alcune aree del corpo, quali addome, anche, natiche, cosce, ginocchia, polpacci, braccia sono detti di Liposuzione o Lipoaspirazione. Esiste anche la variante della Liposcultura, un’accurata Liposuzione superficiale che viene completata rimodellando il profilo corporeo, efficace anche per migliorare gli squilibri dovuti alla cellulite di origine ereditaria e non di semplice sovrappeso.

Oggi questi sono diventati gli interventi più comuni nel campo della Chirurgia Estetica. Il fatto che sia possibile rimuovere il grasso su tante e tali aree del corpo ha consentito un continuo e sempre maggiore perfezionamento delle tecniche, al punto che i risultati odierni sono più che soddisfacenti anche su zone molto estese. Inoltre si sono quasi annullati gli inconvenienti che un tempo erano legati a questo genere di interventi chirurgici.

Poiché aree diverse sono trattate con procedure differenti, al termine di questo argomento generale, verranno introdotti capitoli sulle diverse aree del corpo.

 Con quali procedure si praticano questi interventi?

La Liposuzione o Lipoaspirazione e la Liposcultura sono interventi chirurgici finalizzati alla rimozione di tessuti adiposi in eccesso senza causare cicatrici cutanee evidenti. Si procede estraendo il grasso sottocutaneo mediante cannule ad aspirazione di varie dimensioni. Tale intervento è eseguito solitamente in anestesia generale o in anestesia locale con sedazione. Il beneficio più importante degli interventi realizzati con tecniche innovative, è quello di avere reso possibile il rimodellamento del tessuto grasso con risultati ottimi e duraturi. Oggi è possibile rimodellare in modo pressoché definitivo accumuli di grasso rendendo le parti del corpo più armoniche fra loro, anche in soggetti che devono questi inestetismi ad un carattere ereditario e non al sovrappeso.

Dove vengono praticate?

Naturalmente occorre effettuare gli interventi in strutture appropriate, come il nostro poliambulatorio – centro laser. Precisiamo che, sebbene siano stati enfatizzati alcuni casi sfortunati, la Liposuzione, rimane uno degli interventi più sicuri, con un tasso storico di decessi bassissimo (19 persone su 100.000 operati). Ovviamente bisogna affidarsi a Medici, chirurghi, anestesisti e cliniche specializzate.

Quando è consigliabile?

Si può pensare ad interventi di Liposuzione, Lipoaspirazione, Liposcultura nei seguenti casi: adipe localizzato, fianchi troppo prosperosi o con grasso localizzato (maniglie), ventre eccessivamente voluminoso o prominente, glutei pronunciati all’eccesso o adiposi o pieni di cellulite, cosce grosse con cuscinetti localizzati o segnate dalla cellulite, ginocchia, polpacci e caviglie grosse, doppio mento o pappagorgia, “gobba di bisonte” (accumulo di grasso sulla nuca) e addirittura grasso accumulato in zone “congenite”, che non rispondono a diete, a esercizi di dimagrimento o a metodi tradizionali di perdita del peso.

In casi di eccessi di grasso accompagnati da zone flaccide e cadenti, qualche volta è consigliato abbinare l’intervento di mini-Addominoplastica alla Liposuzione.

Gli interventi più semplici e localizzati durano dai 60 ai 150 minuti e prevedono un’anestesia locale con sedazione, ma se le zone da trattare sono estese e profonde l’intervento, soprattutto se abbinato all’Addominoplastica, dura molto di più e si effettua in anestesia totale. La/il cliente deve stare a riposo a letto fino al giorno successivo all’intervento, allorché potrà iniziare progressivamente a svolgere attività leggere. E’ anche normale indolenzimento diffuso, bruciore, gonfiore, e perdita di sensibilità per diversi giorni dopo l’intervento. La paziente dovrà portare continuativamente una guaina compressiva per circa 3 settimane. Per sentirsi bene completamente sono necessari almeno 7/15 giorni, anche se è possibile effettuare l’attività fisica già 7 giorni dopo l’intervento, pur non effettuando pressione (ad esempio, sedendosi) sulle aree operate. Ecchimosi e gonfiore si risolvono per la maggior parte entro 3 settimane.

Quali sono i risultati?

Non esiste un periodo dell’anno o un’età migliore. I risultati, sia su uomini che sulle donne sono da considerare permanenti, qual’ora si rispetti un regime alimentare adeguato e si effettui attività fisica consona a non ingrassare in eccesso. L’elasticità della pelle è indispensabile per permettere ad ogni genere di fisico di assumere le nuove forme in maniera armonica.

Quali tempi dell’intervento e del recupero?

Oggi la tecnica della Liposuzione tumescente o “Wet Lipo” ha rivoluzionato sia l’efficacia che la tempistica della degenza. Ora, infatti, è possibile aspirare fino a 6 litri di grasso, contro i 3 di un tempo e ridurre notevolmente le echimosi dovute alle rotture dei vasi sanguigni. Queste echimosi si riassorbono in tempi abbastanza lunghi, ma adesso, grazie ad iniezioni di sostanze vasocostrittrici (ossia restringenti per i vasi arteriosi e venosi), viene tolto quasi esclusivamente il grasso, con notevole giovamento e con perdite ematiche molto ridotte.

Sono così eliminati fastidiosi drenaggi dopo la Liposuzione, la convalescenza è più rapida, sono state abbandonate le fasciature elastico-adesive. Si utilizzano comode guaine compressive anatomiche che consentono un abbigliamento “normale”, oltre che essere più efficaci, pratiche e confortevoli.

Certo occorre rimanere a riposo a letto fino al giorno successivo all’intervento, prima di tornare a svolgere progressivamente le prime attività leggere. E’ anche normale indolenzimento diffuso, bruciore, gonfiore, e perdita di sensibilità per diversi giorni dopo l’intervento. La paziente dovrà portare continuativamente una guaina compressiva per circa 3 settimane. Per sentirsi bene completamente sono necessari almeno 7/15 giorni, anche se è possibile praticare l’attività fisica già 7 giorni dopo l’intervento, pur non effettuando pressione (ad esempio, sedendosi) sulle aree operate.

Ecchimosi e gonfiore si risolvono per la maggior parte entro 3 settimane.

 

Vediamo ora il tipo di intervento più appropriato x ogni zona.

LIPOSUZIONE ADDOME E RIMODELLAMENTO FIANCHI

Ci sono eccessi di adipe che non è possibile “smaltire” con semplici diete o esercizio fisico. Il grasso accumulato su addome e fianchi prevede quindi una Lipoaspirazione localizzata, dove, con una microcanula, introdotta attraverso un forellino del diametro di pochi millimetri si può procedere lasciando una piccolissima cicatrice quasi invisibile. L’elasticità cutanea è prerogativa fondamentale per un rimodellamento di queste parti del corpo. È il chirurgo che decide la quantità di grasso da rimuovere tenendo conto che l’intervento è consigliato a persone di peso stabile e che il fisico va rimodellato in armonia con la silhouette del paziente, così da rispettarne le giuste proporzioni.

Al termine dell’intervento la zona viene fasciata con una guaina compressiva specifica, che verrà rimossa a 1 settimana dall’intervento lasciando la parte con qualche echimosi ed un leggero edema. Per accelerare il processo di guarigione, viene comunque consigliato un ciclo di linfodrenaggio manuale.

 Nell’uomo, per rimediare all’effetto detto del “pene rimpicciolito”, perché all’occhio risulta inglobato nel grasso del ventre, la Lipoaspirazione può essere estesa anche al pube.

LIPOSCULTURA GAMBE, COSCE E GLUTEI

Anche le giovani donne soffrono di concentrazione di adipe soprattutto su glutei, cosce e gambe. Per ridonare armonia e corrette proporzioni al corpo si può ricorrere ad una sottilissima cannula introdotta sottocute, attraverso microincisioni. Se l’intervento è localizzato può essere praticato in anestesia locale, altrimenti si ricorre all’anestesia epidurale (dalla vita in giù). Visto il cambiamento nei volumi corporei, la Liposuzione è da prendere in considerazione solo se i tessuti sono elastici. È quindi l’ideale per persone giovani.

Se invece a queste patologie sono abbinati tessuti rilassati la Lipoaspirazione dovrà essere supportata da un intervento di Lifting, per poter consentire un ideale rimodellamento/rassodamento della zona. Se invece la paziente ha anche problemi di cellulite, è indispensabile intervenire con la Liposcultura, che trattando l’antiestetico aspetto butterato della cute, scolpisce la parte alta delle cosce e i glutei dando slancio e leggerezza alla figura.

Potrebbe essere necessario anche un Lipofilling per tornire i glutei. Qualora la paziente si presenti con glutei piatti o scavati, con  “svuotamenti” localizzati in seguito a traumi o ad un forte dimagrimento, il chirurgo può procedere attraverso l’infiltrazione di grasso autologo.

LIPOSCULTURA GINOCCHIA, POLPACCI E CAVIGLIE

Esistono casi di ginocchia informi, polpacci non modellati e caviglie troppo grosse per essere mostrate, anche in donne giovani e di bell’aspetto. In queste situazioni è possibile procedere alla Liposcultura. In queste parti del corpo è necessaria ancora più cautela, precisione e perizia, poiché vanno usate cannule sottilissime e l’intervento può durare dalla mezz’ora alle 3 ore. Pur ottenendo risultati permanenti, i tempi di ristabilimento della normale circolazione venosa e linfatica nelle gambe, permettono di vedere realizzati questi effetti positivi solo 2-3 mesi dall’intervento.

LIPOASPIRAZIONE E LIFTING DELLE BRACCIA

La possibilità di effettuare interventi localizzati rende possibile la Lipoaspirazione nelle braccia, ad ogni età, senza nessun genere di controindicazioni, anche se ovviamente l’elasticità della pelle aiuta a raggiungere meglio l’effetto desiderato. L’operazione avviene in anestesia locale, per mezzo di una sottile cannula, introdotta sottocute con un’incisione così sottile da non lasciare cicatrici e collegata ad un aspiratore. La guaina compressiva specifica e i punti di sutura vengono rimossi dopo 7 giorni dalla Lipoaspirazione. Sin dai primi giorni è possibile muovere le braccia, senza esagerare nell’attività sportiva o in lavori pesanti.