A volte occorre ridurre i volumi per aumentare l’armonia, la bellezza e la sicurezza in se stesse.

Less is more.

Cos’è la mastoplastica riduttiva?

La mastoplastica riduttiva è un intervento chirurgico volto alla riduzione del seno che viene eseguito per motivi funzionali o estetici. Un seno troppo voluminoso, infatti può causare dolori alla schiena e problemi di postura, oltre a creare possibili disagi psicologici o limitazioni allo stile di vita.

Si interviene chirurgicamente per rimuovere la ghiandola mammaria in eccesso e rimodellando la parte rimanente, donando poi al seno una forma più rialzata. In genere, i seni voluminosi, essendo più pesanti, sono anche più bassi.

La durata dell’intervento varia da una a 4 ore, in anestesia generale. Vengono inseriti 2 drenaggi che verranno rimossi il giorno successivo all’intervento, prima della dismissione dalla clinica. Le cicatrici, localizzate attorno all’areola, nel solco infra-mammario e nella parte del seno sotto l’areola, potranno essere inizialmente arrossate, ma schiariranno nel giro di un anno. In caso le suture siano realizzate con punti non riassorbibili, nel giro di 2-3 settimane occorre siano rimossi. Una medicazione è certamente necessaria nei primi 4-6 giorni, poi è sufficiente che la paziente indossi un reggiseno contenitivo, ma non rigido, per almeno 2 o 3 mesi.

Sarà comunque possibile riprendere con gradualità le attività più semplici in 2 settimane circa e tornare a sport o attività più pesanti entro 2 o 3 mesi.

Dove?

Un intervento di mastoplastica riduttiva ha tempi e modalità specifici che necessitano di una clinica con una sala operatoria certificata, dove sia garantito l’uso delle tecnologie più innovative, il personale specializzato ed un ambiente al tempo stesso accogliente ed asettico. Il personale del poliambulatorio – centro laser oltre ai piccoli interventi in loco, opera nelle strutture ospedaliere e nelle sale operatorie più idonee alle diverse esigenze, anche di trasferimento. Tutto il personale rispetterà sempre e in ogni momento la vostra privacy facendovi sentire a casa, senza mai sottovalutare alcun aspetto medico-scientifico della pur breve degenza.

Quando operarsi, a quale età, in quale periodo dell’anno?

Se la paziente ha un seno iper sviluppato, comunque sproporzionato rispetto al suo peso ed altezza, se ha mammelle così pesanti da risultare pendule e con le areole rivolte verso il basso, se soffre di dolori alla schiena e baricentro spostato per via dei seni troppo ingombranti, se accusa disagi psicologici, è necessario valutare un intervento di mastoplastica riduttiva.

Trattandosi di riduzione della ghiandola mammaria senza alterarne il funzionamento, in caso di necessità è possibile sottoporre anche ragazze sotto i 18 anni alla procedura chirurgica di riduzione del seno. Tuttavia ogni paziente dovrà affrontare un colloquio in cui sarà approfondito ogni aspetto dell’intervento. Come già indicato la procedura non altera l’integrità della ghiandola, e quindi, nella maggior parte dei casi, le possibilità di allattamento sono salve. Ma in base alla conformazione del seno della paziente potrebbe variare la tecnica usata e la quantità di tessuto rimosso. Può venir consigliato di rimandare l’intervento in caso si vogliano avere figli, sia per garantire l’allattamento naturale, sia per il forte aumento di peso durante la gravidanza che porta nuovo sviluppo del volume dei seni.

Ogni periodo dell’anno può essere consigliato, ad esclusione dei mesi più caldi (luglio e agosto) poiché le temperature elevate possono far insorgere piccoli edemi e rendere scomode le prassi post-operatorie, come il dover indossare i reggiseni elastici necessari.

Quali risultati?

Il poliambulatorio – centro laser garantisce tecniche operatorie e risultati eccellenti nella mastoplastica riduttiva. Dato che il rispetto dell’individualità delle pazienti è massimo, il parametro di una misura standard di riduzione non viene contemplato. È possibile discutere ogni dettaglio con il chirurgo. L’armonia estetica della forma deve essere rispettata, quindi occorre che un certo volume sia mantenuto.

Quali tempi: quanto dura l’intervento, quanto dura il dolore, quanto è lunga la degenza?

La mastoplastica riduttiva è un operazione chirurgica in anestesia totale e la sua durata varia da 1 a 4 ore a seconda della singola paziente. Prevedendo drenaggi, è indispensabile una notte di degenza in clinica per monitorare il recupero post-operatorio. Prima della dismissione i drenaggi saranno rimossi.

Non si tratta di un intervento particolarmente doloroso, ma durante la degenza ed il recupero occorre procedere come segue: nelle prime 24 ore vengono rimossi i drenaggi, nella prima settimana si effettuano medicazioni, dopo 2 o 3 settimane si tolgono i punti, va utilizzato un reggiseno elastico non rigido per almeno 2 o 3 mesi. Il ritorno al lavoro è possibile nel giro 2 o 3 settimane, l’attività fisica e lo sport vanno rimandati di qualche mese.