Cos’è il laser ND Yag?

Il laser ND Yag è un laser vascolare a impulso lungo ed e’ indicato in particolare per il trattamento di capillari e micro varici. Si tratta di una procedura dotata di un’alta penetrazione attraverso la pelle. Il capillare viene chiuso dall’energia laser, la cute non viene assolutamente danneggiata.

Con quali procedure?

L’energia del laser vascolare ND Yag (neodimio YAG), che emette una lunghezza d’onda pari a 1064 mm, penetra nei tessuti e coagula selettivamente senza danneggiare l’epidermide. Il laser trasmette l’energia o la fluenza sufficiente per permettere una coagulazione efficace dei vasi. Il laser ND Yag dispone di selezioni della durata d’impulso per trattare capillari con dimensioni diverse, anche di una certa consistenza (1 – 3 millimetri di diametro). L’effetto del calore concentrato sui piccoli vasi sanguigni ne provoca la chiusura e quindi il colore roseo o rosso-blu si attenua o sparisce.
Il raffreddamento della superficie della pelle prima, durante e immediatamente dopo il procedimento è essenziale per il trattamento di lesioni vascolari poiché permette di impiegare fluenze elevate che migliorano i risultati sui vasi bersagliati, previene il danno collaterale all’epidermide e riduce il disagio per il paziente.

Quando?

Il Laser ND Yag è da scegliere senza dubbio per le patologie e gli inestetismi dei capillari delle gambe (Teleangectasie – Venule.)

Quali risultati?

Il laser ND YAG a impulso lungo è quello che ha dato i risultati migliori nel trattamento dei capillari delle gambe, cioè per le teleangectasie degli arti inferiori, sia per quelle superficiali di colore rosso ma in particolare per quelle di colore blu.

Se utilizzato correttamente e sulle lesioni indicate per questo tipo di trattamento, il laser può essere risolutivo, senza essere in grado, però, di scongiurare le recidive.

Quali tempi?

Per i problemi di teleangectasie possono servire dalle 2 alle 4 sedute ambulatoriali di ND Yag precedenti a distanza di due mesi una dall’altra, alle quali occorre prepararsi evitando di esporsi ai raggi solari e/o a lampade UVA nelle settimane precedenti. Sia prima che durante che dopo, non bisogna assumere farmaci che aumentino la sensibilità della pelle alla luce; filtri solari sono indispensabili prima di esporre la zona di intervento al sole per evitare iperpigmentazioni. Va applicata una pomata antibiotica per alcuni giorni sulla superficie trattata.