Che cos’è il Laser Skin Resurfacing?

Con Laser Skin Resurfacing si indicano quelle tecniche volte al ringiovanimento cutaneo ablativo in particolare si intende la laserterapia che si avvale di strumenti quali il Laser CO2 o il Laser Erbium che consentono una vaporizzazione controllata di sottili strati della cute.

 Quali procedure?

La luce emessa dal laser è così intensa che in un tempo brevissimo (90 microsecondi) vaporizza e coagula uno spessore di pelle compreso tra 40 e 60 micron (millesimi di millimetro).

Essendo la durata dell’impulso di luce più breve del tempo di diffusione del calore, non si ha un danno termico ai tessuti adiacenti e non sorgeranno i problemi che potrebbero manifestarsi con altri laser ad impulso di luce più lungo. Il Laser CO2 utilizza una sorgente gassosa, l’emissione è a 10.600nm, ed ha come cromoforo principale l’acqua dei tessuti, determinando la vaporizzazione e coagulazione. Ove siano necessari trattamenti superficiali di vaporizzazione della cute, viene normalmente abbinato ad uno “scanner” ovvero un sistema automatico che distribuisce l’energia del laser su di una zona di tessuto in modo uniforme.

Quando?

Quando l’aspetto del volto è segnato da rughe e si desidera dare un aspetto più giovane, fresco e rilassato al proprio volto è facile optare per un trattamento Laser CO2 per un eccellente risultato di Skin Resurfacing.

Risultati?

Sulle rughe più profonde è più indicato il laser diossido di carbonio (anidride carbonica, CO2) che leviga e “stira” producendo una contrazione termica delle fibre collagene ma che comporta un ritorno alla normalità più prolungato. Lo Skin Resurfacing con il laser non sostituisce il classico lifting, ma produrrà risultati molto apprezzabili e la superficie cutanea rinascerà più ricca di collagene e conseguentemente più elastica e compatta.

Quali tempi?

E’ opportuno evitare l’esposizione solare per i 3 mesi che precedono e seguono il trattamento. Durante l’intervento il paziente deve indossare degli appositi occhiali protettivi per il Laser. Come per ogni trattamento laser, anche per lo Skin Resurfacing  occorre non assumere farmaci fotosensibilizzanti.

Per un certo periodo dopo il Resurfacing, la pelle sarà di colore rosa intenso, delicata, leggermente edematosa. Dopo alcuni giorni, anche se la pelle non si è ancora riprodotta, un make-up coprente consentirà di riprendere le normali occupazioni; già dopo soli 8-12 giorni la pelle sarà più lucida e ringiovanita. Il dolore e le complicazioni post-operatorie sono minimi.

In genere viene prevista un’unica seduta che può essere ripetuta a distanza di tempo per protrarre l’effetto.